Happy B Day Philip Roth

Non posso non “ribloggare” questo articolo intelligente, acuto e profondo su Philip Roth.

Sono espresse tutte le parole che io non ho…

 

Di nuvole, insetti e libri

A51BB609-105C-4C6F-9AFD-0A69DF6386AF

“Rimane il fatto che, in ogni modo, capire la gente non è vivere. Vivere è capirla male, capirla male e male e poi male e, dopo un attento riesame, ancora male. Ecco come sappiamo di essere vivi: sbagliando. Forse la cosa migliore sarebbe dimenticare di aver ragione o torto sulla gente e godersi semplicemente la gita. Ma se ci riuscite… Beh, siete fortunati.”

Tanti auguri al più grande scrittore americano vivente. A colui che ci osserva dall’Olimpo degli autori immortali, tra i pochi ad esserlo ancora in vita, devo dire grazie. Pochi libri hanno avuto (e continuano ad avere, perché i grandi romanzi non li finisci mai davvero e i libri come quelli di Roth non si possono chiudere e lasciare sul comodino, mai) il potere e la forza che ha avuto Pastorale Americana, su di me.

Pastorale Americana io l’ho subìto, come una violenza, l’ho amato come si amano…

View original post 122 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...