Carpe Diem!

È un’estate strana: piove, esce il sole, piove, esce il sole… ed io non riesco a fare a meno di pensare ai miei trentaquattro anni. Una famosa canzone, un tormentone di questi mesi, dice “… per la vita che ti aspetta..” ed io non riesco a togliermela dalla testa.

Quella frase mi trasmette serenità e fiducia verso il futuro ma a volte mi incupisco e mi chiedo: “quale vita verrà?”.

Qualche giorno fa la mia chirurga rispondendo ad un mio messaggio mi ha scritto delle parole che non dimenticherò mai.

Mi ha detto che le statistiche contano solo fino ad un certo punto e che dovremmo dare loro il giusto peso.

Le sue erano parole di incoraggiamento e speranza anche se con un velo di amarezza per la caducità che caratterizza la vita umana.

Ammettere che siamo qua solo di passaggio fa tremare le gambe ma fa anche vedere i problemi quotidiani sotto una luce diversa.

Il suo messaggio è stato una sorta di Carpe Diem che spinge a vivere più serenamente e a fare tutte le cose che non iniziamo per timore di non essere all’altezza.

“Afferra l’oggi e pensa al domani quanto meno puoi”

Vivi qui ed ora (hic et nunc) e vivi spensieratamente ma non superficialmente.

Insomma una ventata di aria fresca per chiunque!

Lo stesso giorno ho letto il blog di una ragazza, Francesca, mia quasi coetanea, madre di un bambino, e la sua allegria, il suo brio mi hanno contagiato. Al contempo la sua storia, la sua personale battaglia contro la malattia mi hanno fatto riflettere molto.

Mentre io sono in preda ai dubbi sulla continuazione delle cure ormonali, lei sa che dovrà farle PER SEMPRE. Inoltre sta affrontando con coraggio dei pesanti cicli di chemio.

Mi sono sentita stupida e piccola nella mia lotta. È vero che ognuno ha la propria storia e la propria sofferenza ed è vero che paragonarsi agli altri non è saggio ma non ho potuto esimermi dal confrontarmi con lei. È come se avessi sentito un richiamo, una sveglia che mi ha destato dopo un lungo sonno.

La sento troppo vicina a me per motivi ovvi (l’età) ma anche per motivi misteriosi che hanno suscitato in me un enorme affetto nei suoi confronti.

Se mi darà il permesso posterò il link del suo blog così conoscerete la sua storia.

Intanto le mando un enorme abbraccio. I miei pensieri sono sempre con lei!

Ci sono legami difficili da spiegare, probabilmente è davvero una “chimica enigmatica” ad unirmi a lei ma non serve cercare spiegazioni.

Fortunatamente nonostante le difficoltà e la continua presenza di questo dolore che non abbiamo scelto noi, siamo libere di scegliere chi avere accanto nel nostro cammino e siamo libere di provare sentimenti forti e puri.

Quindi siate liberi

Sentitevi leggeri

Osate

Iniziate nuovi cammini

Seguite le vostre passioni

Amate e permettete agli altri di amarvi (non scontato)

Non nascondetevi dietro scuse o false ragioni

Non cercate di intraprendere una guerra con gli altri

Accettate

Accettatevi

Aiutate gli altri perché un giorno potrete esserci voi al loro posto

Non siate invidiosi

Gioite per le conquiste degli altri

Restate in silenzio se ne avete bisogno ma non chiudetevi in voi stessi

Vivete…

Circondatevi di bellezza…

Non abbiate paura

Non perdetevi in pensieri negativi

Non chiedetevi se ce la farete ma incoraggiatevi ogni giorno ad inseguire i vostri piccoli e grandi sogni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...