Avanti!

Ultimamente mi capita spesso di dirmi mentalmente: “Serena, questo è il periodo più duro della tua vita”.

Non posso negarlo perché sento che il mio fisico in 8 anni ha risentito di mille interventi, cure, esami, pillole… ma se rifletto bene ci sono stati periodi peggiori.

È dura fisicamente e di conseguenza anche mentalmente. Infatti a volte è difficile tenere il morale alto, essere allegra tanto quanto vorrei, nonostante ciò sento di avere la mente lucida e sono certa di cosa io voglia da me stessa. So per certo quanto sia preziosa la vita, quanto sia stupido farsi mille problemi per cose futili, sento tutto più leggero.

Il reale problema è che spesso mi sento distante da una vita esterna che percepisco come frenetica. Tutti incazzati, il telefono che suona tutto il giorno per veloci messaggi whatsapp. Siamo tutti impegnati, tutti incasinati, non riusciamo mai a vederci, ma passiamo ore con la testa bassa e il volto illuminato dalla tastiera del cellulare.

Devo ammettere che ultimamente ho un brutto rapporto con telefonate e messaggi. A volte mi dimentico di rispondere, lascio il telefono muto. Posso sembrare stronza, ma non è qualcosa di personale verso chi mi cerca, anzi. Ci sono tante persone speciali che hanno un posto enorme nel mio cuore.

È da giorni che vorrei chiamare alcune amiche, ma finisco sempre per ritrovarmi sul divano col telefono in mano e gli occhi chiusi 😂. Per fortuna non russo 😂.

Sono stanca. Lo ammetto.

Sono stanca fisicamente e l’unico giorno in cui mi sento bene è il giovedì, il giorno seguente la chemioterapia.

Il mercoledì torno a casa dall’ospedale con tanta stanchezza e incapacità di pensare a qualsiasi cosa che non sia dormire 😂.

In questi ultimi giorni ho perso le parole.

Senza parole mi sento svuotata, silenziosa e incapace di esprimermi.

Per me le parole sono tutto, sono il mio ponte verso il mondo.

La mente è attiva e sto sognando molto. Non saprei quale significato attribuire ai sogni che faccio di notte. Sono tutti sogni legati alla mia infanzia. Sono piacevoli ricordi. Sento la serenità che provavo quando di notte dalla mia cameretta scendevo le scale e stavo in piedi accanto all’albero di natale come fosse una persona, lo fissavo, i miei occhi erano ipnotizzati dalle lucine colorate.

Sento ancora il profumo degli aghi di pino, mi sentivo protetta, al sicuro, serena.

Quello è il mio mondo fanciullesco, fiabesco e tutti noi ne abbiamo uno.

Diventare adulti non significa dimenticare quelle sensazioni. Noi siamo ancora quei bambini, quelle bambine.

Il mio pensiero ora si dirige velocemente e inevitabilmente verso i bambini la cui infanzia è negata o violata e mi rattristo per questo. Ogni singolo bambino di questa terra merita la nostra attenzione!

 

Oggi ho fatto l’ottava infusione di chemio!

Meno 4!!!

Il traguardo non è ancora vicinissimo, ma si sta avvicinando!

Le iniezioni per stimolare il midollo osseo mi fanno sentire malissimo: sembra che un treno e due tir siano passati sopra il mio corpo. Non saprei spiegarlo meglio.

Qualche linea di febbre e molta Tachipirina hanno riempito le mie giornate.

Sto assumendo molto farmaci tra chemio, ipertensivi, antiemetici, antiepilettici, paracetamolo, farmaci “ormonali”… un bel pacchetto!

Quest’anno niente sole ma anche NIENTE PAURA!

Amo il mare e anche la montagna e non mi scapperanno! Fortunatamente esistono proiezioni solari alte, cappelli e ombrelloni!

Appena potrò dedicherò un post anche a due avvenimenti importanti:

1- domani farò un’intervista a RADIO VENETO UNO, grazie al contributo importante di un’amica cara che lavora per la radio. Sono felice di poter parlare della malattia attraverso ai libro.

Non siamo sole, soprattutto noi donne metastatiche.

2- sabato 28 giugno alle 20:45 ci sarà la presentazione del libro “La vita addosso” nel paese in cui sono nata: S. Vito al Tagliamento (PN). Sono molto emozionata perché un pezzo del mio cuore è là.

Spero di riuscire ad essere in forma per quel giorno, spero di abbracciare tante persone!

Il mio più grande desiderio è arrivare a quel giorno con tante energie per trasmettere positività e voglia di vivere nonostante gli ostacoli che la vita ci pone!

Ora torno sul divano a collassare oppure esco?😅

naaaaaa direi divano… 

Sono stata molto sintetica, ma sentivo il bisogno di comunicare. Era da un po’ di tempo che non mi facevo viva in questo piccolo rifugio che è il blog.

Sono stata molto male, mi mancavano le forze. I mal di testa sono ritornati insieme alla iniezioni per stimolare il midollo osseo.

Ora basta lamenti… solo tanta voglia di spaccare il mondo!

 

Viva la vida!

 

 

 

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...